Passa alle informazioni sul prodotto
  • Irpinia Campi Taurasini DOC “Sella” bottiglia frontale
  • Irpinia Campi Taurasini DOC “Sella” dettaglio etichetta
  • Irpinia Campi Taurasini DOC “Sella” bottiglia ambientato 1
  • Irpinia Campi Taurasini DOC “Sella” bottiglia ambientato 2
1 di 4

Sella delle spine

Irpinia Campi Taurasini DOC “Sella”

Prezzo di listino
Prezzo di listino
Prezzo di vendita
Imposte incluse.

 L'Irpinia Campi Taurasini DOC “Sella” è un vino dal colore rosso rubino e dal profumo di marasca, prugna e frutti di bosco, ai quali si aggiungono alcune note speziate. I suoi vitigni, che producono un’uva di qualità Aglianico, sono situati su un terreno argilloso e sono allevati mediante un sistema definito spalliera, uno dei metodi di coltivazione più diffusi al mondo, in cui la vite viene fatta crescere in filari più o meno lunghi, costituiti da pali di legno, cemento, acciaio o materiale plastico, su cui vengono fissati due o più fili di acciaio zincato posti in tensione attraverso pali più robusti posizionati alle estremità del filare, mentre il cordone speronato è la tecnica di potatura impiegata.

 

    • Classificazione: Aglianico Docg
    • Annata: 2013
    • Formato: 75 cl.
    • Uvaggio: Aglianico 100%
    • Gradazione alcolica: 13/14 % vol.
    • Colore: rosso rubino
    • Profumo: al naso evidenzia aromi di marasca, prugna e frutti di bosco, ai quali si
      aggiungono note speziate
    • Caratteristiche del terreno: argilloso
    • Sistema di allevamento: spalliera (cordone speronato)
    • Sapore: secco, di grande struttura ed eleganza, una bella espressione di tannini
      morbidi e molto persistente
    • Ceppi/Ha: 4000
    • Epoca di vendemmia: prima decade di novembre
    • Produzione per ettaro: 70 quintali
    • Maturazione in legno: 4 mesi in barrique francesi e successivamente in botti grandi da 500 litri per 12 mesi
    • Affinamento: in bottiglia 6-8 mesi
    • Temperatura di servizio: 18° C
    • Abbinamenti: vino importante che predilige abbinamenti con primi piatti di terra, carni rosse e formaggi stagionati
    • Allergeni: solfiti

 

Tempistiche, metodi di lavorazione e usi

Il periodo di vendemmia è la prima decade di novembre e riguarda circa 4.000 ceppi per ettaro, dai quali si ricava in condizioni ottimali una produzione di circa 70 quintali. Durante il periodo di conservazione, viene fatto maturare in barrique francesi per 4 mesi, mentre trascorre la fase di invecchiamento in botti da 500 litri ognuna per 12 mesi. Il periodo di affinamento avviene in bottiglia per un periodo di 6-8 mesi.

Nelle sue condizioni ottimali si può rilevare una gradazione alcolica di 13/14 % vol. ed è caratterizzato da un sapore secco, di grande struttura ed eleganza, con una densa e persistente espressione di tannini morbidi. È considerato un vino importante che predilige accostamenti con primi piatti di terra, ideale con carni rosse e formaggi stagionati. Va servito a una temperatura di 18° C.